AgenPress – La first lady ucraina Olena Zelenska in una intervista alla BBC che l’Ucraina resisterà il prossimo inverno nonostante il freddo e i blackout causati dai missili russi, e continuerà a combattere quella che descrive come una .

Il popolo ucraino si è guadagnato il plauso per aver resistito al violento assalto della Russia. Ma questa è un’altra dolorosa prova di forza d’animo.

“Siamo pronti a sopportare questo”, afferma Olena Zelenska quando ci sediamo in un complesso fortemente protetto nascosto all’interno di un labirinto di edifici sacchi di sabbia a Kiev.

“Abbiamo avuto così tante terribili sfide, visto così tante vittime, così tanta distruzione, che i blackout non sono la cosa peggiore che ci possa capitare”. Cita un recente sondaggio in cui il 90% degli ucraini ha affermato di essere pronto a vivere con la carenza di elettricità per due o tre anni se vedesse la prospettiva di aderire all’Unione europea.

“Sai, è facile correre una maratona quando sai quanti chilometri ci sono”, dice. In questo caso, però, gli ucraini non conoscono la distanza che devono percorrere. “A volte può essere molto difficile. Ma ci sono alcune nuove emozioni che ci aiutano a resistere.”

Tutti gli ucraini diventeranno più forti a causa di questa guerra, prevede stoicamente la first lady ucraina.

“Vivo separatamente con i miei figli e mio marito vive al lavoro”, spiega. “Soprattutto, ci mancano le cose semplici: stare seduti, senza guardare l’ora, tutto il tempo che vogliamo”.

La vita di ogni ucraino è stata stravolta: dagli ingegneri alle ballerine che ora combattono in prima linea, fino a circa otto milioni, principalmente donne e bambini, costretti a fuggire verso nuove vite oltre confine.

Le vite del presidente e della first lady sono state a lungo intrecciate. Fidanzati del liceo, hanno continuato a lavorare insieme in una compagnia comica e in uno studio televisivo, lui un attore comico e lei, dietro le quinte, una sceneggiatrice. Quando si è candidato alla presidenza tre anni fa, ha chiarito che non era una vita che voleva. Ma questa guerra l’ha portata sotto i riflettori, su un palcoscenico globale.

Dopo che i missili russi hanno iniziato a fischiare su Kiev nelle prime ore del 24 febbraio, Olena Zelenska ha trascorso mesi nascosta in luoghi segreti con i suoi figli.

Ha sottolineato, come fa sempre, la profonda sofferenza dei bambini ucraini, condannando quelli che ha definito gli “hunger games” della Russia. Poi è andata molto oltre, chiedendo al Congresso degli Stati Uniti di inviare armi.

Una first lady, senza poteri ufficiali, aveva oltrepassato il limite? “Non era politica, era quello che dovevo dire”, dice. “Ho chiesto armi, non per attaccare, ma per impedire che i nostri figli venissero uccisi nelle loro case”.

L’articolo Ucraina. Olena Zelenska, resisteremo, siamo pronti a sopportare tutto questo. Diventeremo più forti proviene da Agenpress.



Source link

Commenti