AgenPress – Dodici persone sono state uccise sabato dopo che un autobus che trasportava pellegrini polacchi è uscito di strada in Croazia ed è finito in un fosso.

Si dice che tutti i 32 passeggeri sopravvissuti siano rimasti feriti, 19 dei quali gravemente.

Il viaggio, organizzato dal gruppo cattolico della Confraternita di San Giuseppe, ha visto la partecipazione di tre sacerdoti e sei suore. Stavano viaggiando verso Medjugorje, un santuario cattolico in Bosnia.

I passeggeri erano tutti adulti polacchi, ha detto il ministero degli Esteri polacco.

Erano tutti pellegrini provenienti principalmente da Radom e Sokolow, nella provincia della Masovia, che ospita anche la capitale polacca Varsavia.

L’incidente è avvenuto intorno alle 05:40 ora locale (04:50 GMT) quando l’autobus su cui stavano viaggiando ha deviato dalla strada A4 tra Jarek Bisaski e Podvorec, a nord-est di Zagabria.

Il ministro della giustizia e il procuratore generale della Polonia hanno ordinato alla Procura di Varsavia di avviare un’indagine sulla causa della tragedia e due ministri polacchi si stanno dirigendo in Croazia sulla scia dell’incidente.

Inizialmente è stato riferito che 11 persone erano state uccise, ma un’altra persona è morta più tardi in ospedale.

“Alcuni dei passeggeri feriti stanno combattendo per la propria vita”, ha detto il ministro dell’Interno croato Davor Bozinovic.

Il ministero degli Esteri polacco ha affermato che si pensava che l’autista non fosse tra le vittime, ma questo deve ancora essere confermato.

Il primo ministro croato Andrej Plenković ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime, aggiungendo in un post su Twitter che i servizi di emergenza stanno facendo tutto il possibile per aiutare.

I pellegrinaggi nella piccola città di Medjugorje sono molto popolari in Polonia a seguito delle notizie secondo cui i bambini locali hanno avuto una visione della Vergine Maria lì negli anni ’80.

 

L’articolo Croazia. Si ribalta un autobus, morti 12 pellegrini polacchi, 32 feriti proviene da Agenpress.



Source link

Commenti