AgenPress – L’organizzazione internazionale per la protezione degli animali Humane Society International (HSI) e l’International Air Transport Association (IATA) rilasciano un elenco di raccomandazioni per i governi e il settore del trasporto aereo con l’obbiettivo di facilitare, in tempi di crisi, il trasporto sicuro di animali d’affezione, come cani e gatti, che evacuano o si rifugiano in paesi terzi con i loro proprietari.

Le raccomandazioni si basano sulle Live Animal Regulations della IATA che rappresentano lo standard globale per il trasporto aereo di animali in modo sicuro e compassionevole.

L’elenco delle raccomandazioni comprende:

  • L’introduzione di flessibilità sulla documentazione richiesta – si raccomanda ai governi di allentare i requisiti documentali veterinari per il trasporto di cani, gatti e altri animali da compagnia.
  • La valutazione delle strutture di accoglienza a terra – si raccomanda agli aeroporti di identificare ulteriori spazi in conformità ai requisiti di sicurezza per la custodia di animali vivi.
  • La fornitura di informazioni – si raccomanda alle parti interessate di aggiornare i propri materiali di comunicazione per fornire informazioni chiare e coerenti ai proprietari di animali da compagnia su tutti i canali di assistenza ai clienti, compresi i call center, le comunicazioni via e-mail e chat e sui profili social media.
  • La collaborazione con le compagnie specializzate nel trasporto di animali e con i produttori di gabbie da trasporto – si raccomanda agli aeroporti di cercare l’aiuto di queste realtà per rendere disponibili ulteriori contenitori per il trasporto di animali vivi (in cabina e stiva) nei principali punti di partenza.

Katherine Polak, vicepresidente del dipartimento per gli animali da compagnia di Humane Society International e membro della “Companion Animal Temporary Task Force” della IATA, ha dichiarato: “In tempi di crisi, l’importanza di tenere insieme animali domestici e persone non può essere sottovalutata. Il legame speciale che abbiamo con i nostri amati compagni animali è molto importante e durante conflitti e crisi essi forniscono conforto e un senso di stabilità a chi attraversa grandi difficoltà. Le attività di soccorso agli animali domestici dei rifugiati ucraini svolta da HSI, ci ha mostrato cosa siano disposte a fare le persone per portare in salvo i propri animali. Per questo motivo siamo incredibilmente orgogliosi di collaborare con la IATA per garantire che i rifugiati possano portare con sé i loro amati amici a quattro zampe, in modo che, a prescindere dal conflitto o dalla crisi e in qualsiasi parte del mondo, animali e persone possano restare uniti”.

Brendan Sullivan, responsabile mondiale del settore cargo della IATA, ha dichiarato: “Il settore dell’aviazione è un primo soccorritore fondamentale nelle situazioni di crisi. La risposta umanitaria all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia non è stata diversa. L’aviazione ha aiutato le persone a mettersi in salvo e a consegnare gli aiuti umanitari, e le compagnie aeree che hanno operato in prima linea nella crisi hanno riconosciuto l’importanza di aiutare le famiglie a rimanere unite ai loro animali domestici.

Le compagnie aeree in prima linea nella crisi, come KLM, LOT Polish Airlines e Bulgaria Air, sono state leader nell’introdurre misure per aiutare le persone in fuga a portare con sé i propri animali d’affezione. Anche la Commissione europea ha affrontato la questione consigliando a tutti gli Stati Membri dell’UE di alleggerire i requisiti veterinari per cani, gatti e altri animali da compagnia al seguito dei rifugiati. Grazie al lavoro con HSI abbiamo imparato da questa esperienza e il settore sarà ancora più preparato per crisi future”.

 

L’articolo Accordo Iata-Hsi per portare in salvo cani e gatti in tempi di crisi o di guerra come in Ucraina proviene da Agenpress.



Source link

Commenti