AgenPress – È stata studiata la capacità di due maialini Panepinto e di due maialini Yorkshire ( Sus scrofa ) di acquisire un’attività di videogioco azionata da joystick. 

Lo ha scoperto un gruppo di scienziati in Gran Bretagna che ha messo alla prova quattro suini – Hamlet, Omelette, Ebony e Ivory – con un joystick collegato ad un distributore automatico di cibo.

I soggetti sono stati addestrati a manipolare un joystick che controllava il movimento di un cursore visualizzato sul monitor di un computer. 

I maiali dovevano spostare il cursore per entrare in contatto con bersagli a tre, due o una parete assegnati in modo casuale per la posizione sul monitor e veniva fornita una ricompensa se il cursore entrava in collisione con un bersaglio. L’acquisizione del video-task richiedeva la comprensione concettuale del compito, nonché prestazioni motorie qualificate. Le prestazioni del terminale hanno rivelato che tutti i maiali erano significativamente al di sopra delle possibilità nei primi tentativi di contattare bersagli a parete singola ( p<0,05). Questi risultati indicano che, nonostante la destrezza e le limitazioni visive, i maiali hanno la capacità di acquisire un’attività di videogioco azionata da joystick. 

Le limitazioni nella metodologia del joystick suggeriscono che studi futuri sulle capacità cognitive dei suini e di altre specie domestiche potrebbero trarre vantaggio dall’uso di touchscreen o altre tecnologie avanzate interfacciate con il computer.

“Questo studio è importante perché, come con qualsiasi essere senziente, il modo in cui interagiamo con i maiali ha un impatto su di loro”, ha detto alla Bbc il capo del progetto la dottoressa Candace Croney. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Journal of Psychology.

L’articolo Gb. 4 maialini, Hamlet, Omelette, Ebony e Ivory, hanno giocato ai video game proviene da Agenpress.



Source link

Commenti