Agenpress –  90 balene sono già morte e altre 180 rischiano di non farcela, hanno riferito le autorità australiane anche se sono stati intensificati gli sforzi per salvarle, in una operazione senza precedenti.

Gli scienziati hanno riferito che due grandi gruppi di balene pilota si sono incastrati sulle secche di Macquarie Harbour, una baia chiusa da uno stretto passaggio sulla costa occidentale selvaggia e scarsamente popolata della Tasmania. Alcuni video postati in internet mostrano i mammiferi mentre tentano inutilmente di manovrare per riprendere il mare.

La maggior parte tuttavia si trova parzialmente sott’acqua e potrebbe riuscire a sopravvivere per diversi giorni. Il biologo Kris Carlyon ha detto che un terzo degli animali è morto nella notte di lunedì e che salvare le balene ancora in vita è una “sfida” che potrebbe richiedere diversi giorni e particolari imbarcazioni. I ‘naufragi’ di mammiferi marini sono relativamente comuni in Tasmania, ma questo appare particolarmente preoccupante per il gran numero di animali coinvolti.

L’articolo Tasmania. 90 balene sono già morte, altre 180 rischiano di non farcela proviene da Agenpress.



Source link

Commenti