AgenPet . Numerose le manifestazioni che già dal 2019 abbiamo portato avanti in difesa dei macachi vittime del Progetto di ricerca LightUp che vede coinvolte le Università di Parma e Torino.

Anche nella giornata di ieri, domenica 5 luglio, Animalisti Italiani insieme al Coordinamento Macachi Liberi e ad altre associazioni sono scesi in Piazza della Pace a Parma per far valere i diritti dei macachi.

La Piazza della Pace è però diventata “Piazza della Guerra”.
Durante la manifestazione pacifica e nonviolenta i volontari guidati dal Vice Presidente degli Animalisti Italiani sono stati caricati dai poliziotti presenti che brandivano i manganelli. Ciò ha scatenato l’indignazione di tutti i presenti.

Dichiara Riccardo Manca Vice Presidente degli Animalisti Italiani: “Non lasceremo nulla d’intentato affinché la vita di questi 6 macachi venga finalmente rispettata e restituita alla dignità che gli è dovuta. Non ci faremo intimorire da quanto accaduto durante la manifestazione. Dignità significa libertà di vivere senza torture. La vivisezione fa parte della ‘piramide di orrore’ che la nostra specie ha costruito e che vede gli animali occupare il gradino più basso. Normalizzare la violenza su chi non può difendersi è la causa di tutti i mali del mondo”.

Sono stati stanziati 2 milioni di euro di fondi europei per una ricerca destinata a seviziare e uccidere 6 macachi. Chi ha approvato il progetto LightUP delle Università di Parma e Torino ha escluso l’esistenza di metodi alternativi, nonviolenti. Chiediamo al Ministero della Salute di bloccare il progetto e risparmiare i macachi: esseri viventi e senzienti a tutti gli effetti!

video 

https://www.facebook.com/animalistiitaliani.onlus/videos/471580510374782/

Commenti