Agenpet –  Ha ucciso un gatto e si è messo a cucinarlo accendendo un fuoco sul marciapiede vicino alla stazione di Campiglia (Livorno). E’ quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti stamani dopo più segnalazioni, e che hanno poi identificato l’autore in un 21enne straniero: sarà denunciato per uccisione di animali. Il giovane è stato poi accompagnato in caserma in attesa che venga chiarita la sua posizione sul territorio nazionale: al momento non risulterebbe regolare. I militari sono intervenuti stamattina poco prima delle 7 a seguito di numerose chiamate di cittadini.

Per questa atrocità sarebbe stato identificato un 21enne che deve rispondere di uccisione di animali. “Da noi i gatti non si mangiano! Si tengono in casa”, inizia con una donna che urla queste frasi il video virale. Accanto a lei un immigrato sta arrostendo un animale su una brace di fortuna in mezzo alla strada. Siamo nei pressi della stazione ferroviaria di Campiglia Marittima, un paese di 12mila abitanti in provincia di Livorno.

Sul marciapiede si vede qualche asse di legno, cenere e fumo alzarsi dalla carcassa dell’animale. “Guarda che cosa stai facendo. Ora ti mando io in galera”, dice la donna rivolgendosi al ragazzo. Intanto un’altra persona riprende la scena diventata virale sui social, rilanciata anche dalla candidata della Lega alla presidenza della regione Toscana Susanna Ceccardi, e migliaia di persone stanno condannando il gesto di aver ucciso in quella maniera il gatto.

Hai i soldi per comprarti le sigarette e non il pane? Vergognoso, schifoso”, urla la passante.

“Questa non è integrazione. Questo è il risultato del sistema toscano dell’accoglienza con cui la sinistra ed il Pd hanno creato un vero e proprio business lasciando sbarcare nel nostro paese migliaia di immigrati che non hanno nessun interesse di integrarsi seguendo le nostre più basilari regole civili”, scrive su Fb Susanna Ceccardi, europarlamentare della Lega e candidata per il cetrodestra alla presidenza della Toscana.

“Senza mostrare alcuna sensibilità nei confronti dell’animale, l’immigrato ha continuato senza vergogna a bruciare il povero gattino sul fuoco. Ceccardi ha parlato di “episodio agghiacciante nella sua brutalità, ma purtroppo del tutto vero. A richiamare l’attenzione dei passanti è stato il grido disperato di una donna, che inerme, ha cercato di fermare l’immigrato mentre si consumava questa scena straziante”.

“Alle persone che stamani hanno assistito a questa scena e che sono ancora scosse per l’accaduto voglio esprimere la mia solidarietà, per il coraggio che hanno avuto di intervenire e provare a mettere fine a questa brutalità anche se ormai per la bestiola innocente non c’era più nulla da fare. Mi complimento con i carabinieri”, che sono intervenuti: “Aadesso chiediamo una condanna esemplare perché nella nostra civiltà gli animali di affezione non si toccano e meritano la massima umanità ed il rispetto per tutto l’amore incondizionato che offrono senza chiedere niente in cambio”.

video Iene:

https://www.iene.mediaset.it/2020/news/livorno-uccide-arrostisce-gatto-per-strada_830007.shtml

Commenti