Agenpress – Stop a bambini che imparano a torturare fino alla morte i tori durante le corride. Il campione di Formula 1 Lewis Hamilton, animalista e vegano da anni chiede al governo spagnolo di chiudere le scuole di corrida. Il tutto succede mentre Isabel Díaz Ayuso, presidente della Comunità di Madrid propone addirittura una corrida benefica per omaggiare e sostenere gli operatori sanitari che sono in prima linea nell’emergenza coronavirus in Spagna.

Dopo aver assicurato un sostegno economico proprio ai toreri, adesso la presidente rilancia con uno spettacolo per il 12 ottobre. Ma medici e infermieri controbattono: “Non vogliamo la corrida, vogliamo un contratto”. “I bambini imparano a torturare e uccidere i tori all’età di 14 anni. Noi chiediamo al ministro dell’Educazione spagnolo di chiudere immediatamente le scuole di toreri”, scrive il pilota sui propri social invitando a firmare la petizione lanciata da PETA.

Hamilton definisce le scuole come ‘disgustose’, perché di fatto è proprio lì che inizia il non rispetto per gli animali. I bambini vengono addestrati per diventare dei toreri che, durante la corrida, poi infilzeranno e tortureranno la loro vittima. Con i suoi oltre 16milioni di follower, il pilota sei volte campione del mondo di Formula 1 ha condiviso un video di PETA in cui mostrato tutto l’orrore che si cela dietro questi spettacoli che erano stati bloccati durante il lockdown, ma nello stesso tempo gli allevatori avevano minacciato di portare i tori al macello. Così mentre alcune città spagnole, come Madrid hanno detto addio per sempre alle corride, in tante altre questa ‘tradizione’ continua a fare numeri da capogiro.

Fonte grenme.it

 

L’articolo Corrida. Hamilton dice stop! “I bambini a 14 anni imparano a torturare e uccidere i tori” proviene da Agenpress.



Source link

Commenti