Agenpress – «La decisione delle autorità locali di Wuhan, primo focolaio della pandemia di Covid-19, di vietare il consumo di animali selvatici per cinque anni è un’ammissione di colpa. Molta strada occorre fare affinché l’umanità instauri una relazione armoniosa con gli animali. E cinque anni sono niente in questa direzione. Per l’ennesima volta un’epidemia virale fa il salto di specie e colpisce l’uomo nel momento in cui cattura in natura, tiene in cattività e uccide specie selvatiche per cibarsene. Occorre ripensare l’intero sistema alimentare a livello globale: solo una dieta vegetariana può garantire a tutti, anche alle popolazioni più povere, un corretto uso del suolo, il rispetto degli animali, la sostenibilità ambientale».

Così il presidente dell’Oipa Italia – Organizzazione Internazionale Protezione Animali, Massimo Comparotto.

 

L’articolo Coronavirus. Oipa. Divieto di consumo animali selvatici, è ammissione di colpa. Pochi 5 anni proviene da Agenpress.



Source link

Commenti