Carlo Bonomi è stato designato presidente di Confindustria, vincendo la sfida del voto del Consiglio Generale di via dell’Astronomia con Licia Mattioli. A Bonomi sono andati 123 dei 183 voti del Consiglio, mentre la Mattioli ne ha ottenuti poco meno della metà, 60. Per l’elezione definitiva bisognerà però attendere il voto dell’assemblea privata prevista per il 20 maggio.

 “Credo che la strada di far indebitare le imprese non sia la strada giusta”, ha detto  parlando a porte chiuse ai colleghi imprenditori di Confindustria, dopo la sua designazione. “I tempi di accesso alla liquidità non sono neanche immediati per le nostre imprese”, rileva: “Il tempo deve essere rapido, veloce. Non possiamo permetterci di perderne ancora”. Bisogna “riprendere le le produzioni danno reddito e lavoro, e non certo lo Stato, come padre che dispensa favori e prebende e che di certo, peraltro, non ha le risorse per farlo”.

 Bonomi ha indicato la riapertura come il primo di due obiettivi che ci si deve porre. Ed ha aggiunto, come secondo obittivo, che occorre “evitare assolutamente una seconda fase di contagio che ciò porterebbe a nuove misure di chiusure che sarebbero drammatiche e devastati”.

Bonomi ha poi espresso i suoi dubbi sui “comitato di esperti”. “Vanno benissimo i comitati di esperti ma la loro proliferazione da il senso che la politica non ha capito, non sa dove andare. Abbiamo un comitato a settimana, senza poteri, senza capire dove si vuole andare. Ed il tempo è nostro nemico, rischia di disattivare la nostra presenza nelle catene del valore aggiunto mondiali”.

Intervenendo sull’emergenza lockdown, il neo presidente designato ha poi sottolineato che “la politica ci ha esposto ad un pregiudizio fortemente anti-industriale che sta tornando in maniera importante in questo Paese. Non pensavo di sentire più l’ingiuria che le imprese sono indifferenti alla vita dei loro collaboratori. Sentire certe affermazioni da parte del sindacato mi ha colpito profondamente. Credo che dobbiamo rispondere con assoluta fermezza”. E ancora, in merito all’emergenza sanitaria ed economica, ha sottolineato che di fronte “abbiamo una sfida tremenda da affrontare”.

L’articolo Confindustria. Bonomi presidente. “Far indebitare imprese non è strada giusta”. Troppi Comitati proviene da Agenpress.



Source link

Commenti