Agenpet – I cinesi, pur di non ammettere di aver impestato il mondo con lo covid-19 stanno provando di tutto per affibbiare le loro colpe sugli animali.

Se la sono presa prima con i pipistrelli, con i serpenti, con il pangolino di ora vorrebbero far ricadere la colpa sui cani randagi.

Questo è inaccettabile !

Questo governo non può stare a guardare pensando solo a fare DPCM (tra l’altro illegittimi), deve intervenire per fermare queste notizie prive di fondamento !

Per quanto mi riguarda è autorevole lo studio dell’Università Cattolica del Sacro Cuore sul Covid-19 e pubblicato dall’Istituto Pasteur di Parigi (https://www.pasteur.fr/fr/ceris/publications-scientifiques/microbes-infection) i cui studi hanno portato a ritenere che la vicinanza agli animali domestici e ai bovini può aumentare le difese immunitarie dell’uomo in modo da attenuare i sintomi di una eventuale infezione.

Autorevoli scienziati ed enti preposti hanno più volte rivelato che gli animali non rappresentano affatto un pericolo per l’uomo ma al contrario, lo aiutano a rafforzare le sue difese immunitarie.

Questi assurdi proclami cinesi, alimentati da una disinformazione della stampa europea, creano e creeranno più abbandoni di animali domestici. Animali che nulla hanno fatto se non portare amore nelle famiglie che li accolgono.

Alessandro Mosso presidente di Animalisti Onlus

Commenti