Agenpet – La tragedia è avvenuta a Tricase (Lecce), dove una cane ha azzannato, uccidendolo un bimbo di 8 mesi. Così i fatti, secondo quanto raccontato dalla madre,  la quale, dopo aver tenuto in bracco il bambino, lo ha poggiato sul prato per pochi minuti, tanti quanto sono bastati al cane corso per azzannarlo alla testa, di fronte anche agli occhi della nonna.

Entrambe le donne non hanno potuto fare nulla per salvarlo. L’azione del cane è stata fulminea e la donna non ha potuto fermarlo. Quando è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale locale per il bambino non c’era più nulla da fare.

Vani i tentativi dei sanitari di salvare la vita al bambino che è morto subito dopo a causa delle profonde lacerazioni riportate alla testa. Indagini sono in corso al fine di accertare la dinamica dell’accaduto. L’animale è stato posto sotto la sorveglianza del servizio veterinario della Asl di Maglie.

Per tutta la notte i carabinieri hanno ascoltato le due donne presenti nella casa di campagna dove la famiglia accudisce oltre al corso, che è in casa da quattro anni, anche un altro cane.  Il referto stilato dai medici é compatibile con il racconto fornito dalle donne. Così come il sopralluogo della scientifica. Il magistrato inquirente Alberto Santacatterina ha disposto l’ispezione cadaverica prima di restituire la salma per i funerali.

Commenti