Agenpet – Il veterinario Maurizio Albano, responsabile dei rapporti istituzionali UPVET (Università delle Scienze Veterinarie) e membro dell’Asta (Associazione Salute e Tutela degli Animali) spiega: “la paura che il coronavirus possa dipendere dagli animali è purtroppo una delle tante fake news che si sono verificate in questo periodo.

È vero che il virus è un virus modificato dai pipistrelli, come sembrerebbe dalle prime indagini effettuate, ma è anche vero che il virus ormai è specie-specifico, cioè vuol dire che riguarda solo una specie e in questo caso l’uomo.

Abbandonare gli animali è un atto scellerato sempre e a maggior ragione in questo momento. Gli animali hanno i loro coronavirus che non contagia l’uomo: si può escludere che ci sia un passaggio del coronavirus dall’animale all’uomo. E per fortuna in Italia i servizi veterinari sono all’avanguardia e i migliori al mondo. Non c’è nessun allarme, come invece quello che purtroppo riguarda la peste suina”.

Sul tema si sono pronunciati con chiarezza e senza mezzi termini anche l’Oms – Organizzazione Mondiale della Sanità – l’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani, il Ministero della Salute e l’Istituto superiore della sanità. Hanno tutti tenuto a precisare “che gli animali da compagnia non trasmettono il coronavirus”.

Commenti