Agenpress – Il presidente americano Donald Trump ha pubblicato sul suo profilo Twitter la foto del cane, un pastore belga Malinois, che era rimasto ferito nell’azione in cui è morto il capo dell’Isis Abu Bakr al Baghdadi.

“Abbiamo declassificato una foto del meraviglioso cane (il nome non è declassificato) che ha fatto un grande lavoro nel catturare e uccidere il leader dell’Isis, Abu Bakr al Baghdadi!”.

Il cane, rimasto “leggermente ferito” si è “completamente ristabilito” ha detto il capo degli stati maggiori riuniti, il generale Mark Milley, nella conferenza stampa di oggi al pentagono. Il cane ha reso “servizi incredibili” ma la sua identità deve essere “protetta”, ha detto il generale.

“Il nostro” K-9, come lo chiamano”, ha dichiarato Trump, “io lo chiamo cane. Un bellissimo cane, un cane di talento, è stato ferito e riportato indietro”. Il nome è segreto o rivelerebbe il gestore e le operazioni militari. Inoltre, non è stata rilasciata una descrizione della razza. “È un’operazione Delta, non possiamo rivelare particolari”, ha detto un funzionario della Difesa alla Cnn anche se secondo Newsweek, il suo nome è Conan, ed è un cane da pastore belga Malinois.

Dalle ricostruzione dei fatti si ritiene che K-9 Conan sia stato inviato nel tunnel nel momento in cui il timore era che Al Baghdadi indossasse un giubbotto suicida. Cosa vera. Tanto che il leader del sedicente Stato islamico si è poi fatto esplodere uccidendo se stesso e tre dei suoi bambini.

Il presidente ha dichiarato che il tunnel è crollato durante l’esplosione. Probabile, così ha lasciato intendere Trump, che nel tunnel ci fosse più di un cane: Al Baghdadi “ha raggiunto la fine del tunnel, mentre i nostri cani lo inseguivano”

Di fronte all’eroismo di questo splendido cane, Trump la smetta di dire che “Al Baghdadi è morto come un cane”, perché la riteniamo un’offesa proprio a Canon.

 

Commenti