Agenpet – Si chiama Tira, e al momento è l’animale più desiderato durante i safari africani. All’interno della nota riserva del Masai Mara pochi giorni fa la guida turistica e fotografo Antony Tira ha individuato e scattato alcune foto di un cucciolo di zebra, probabilmente maschio, dal colore nero e con pois bianchi dovuti, secondo le prime ipotesi degli esperti, a un problema di melanina.

 

La guida dopo aver postato l’immagine condivisa sui social network da Wildest Africa ha raccontato ai media del Kenya di essere rimasto sorpreso dal colore “più nero della zebra. Inizialmente ho pensato che fosse stata catturata e poi contrassegnata per qualche scopo di monitoraggio. La prima volta che l’ho vista ero confuso”.

Dalla canzone di Mina alla realtà, dunque, per una mutazione genetica che causa una colorazione scura del manto. Il cucciolo, del quale non si conosce il sesso, è stato avvistato per la prima volta da una guida del parco, che lo ha chiamato Tira. La sua foto, sulla pagina Facebook di Wildest Africa, ha subito conquistato la Rete.

L’ipotesi è  che si tratti di una anomalia genetica che possa aver influenzato la pigmentazione del pelo.

L’animale era sempre al fianco di una zebra femmina adulta, forse la madre, e la differenza dei colori fra i due era lampante. Più di un leone, di un ghepardo o di maestosi rinoceronti, la zebra a pois è così diventata in poco tempo la preferita dai turisti che con decine di jeep – racconta il Daily Nation – si sono diretti in massa nella zona dell’avvistamento alla ricerca del piccolo Tira. Secondo il network africano sono “centinaia le auto turistiche che si sono avvicinate all’animale, probabilmente spaventato”. In questo momento nelle riserve africane sono infatti presenti viaggiatori provenienti da

Già nel 2014, sempre in Kenya, era stato avvistate un esemplare adulto che presentava dei pois sulla schiena. La particolare zebra, fu detto al tempo, non aveva compagni simili e appariva con un carattere piuttosto aggressivo. Un’altra peculiarità allora registrata erano le marcature cerchiate sulle zampe completamente diverse rispetto a quelle normali.

Commenti