Agenpet – Premesso che questo appello non ha assolutamente nulla di politico e non vogliamo assolutamente entrare nelle decisioni e nelle motivazioni sulla chiusura del centro di accoglienza dei richiedenti asilo di Mineo in provincia di Catania, ma che come associazione animalista abbiamo a cuore oltre a quello degli esseri umani anche il benessere dei 117 cani presenti nel centro che chiuderà il 31 agosto e che una volta completato il trasferimento degli ospiti del CARA si troveranno in mezza a una strada.

Nei giorni scorsi sia il ministro dell’interno che il sindaco di Mineo hanno lanciato un’accorato appello a trovare famiglia a questi cani che fino ad oggi sono accuditi dal personale e dagli ospiti del centro di Mineo l’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE – AIDAA fa proprio questo appello e lo rilancia. “CARO LEGHISTA ADOTTA UN CANE TERRONE” è l’appello che il presidente nazionale di AIDAA Lorenzo Croce rivolge a tutti gli amanti dei cani che hanno votato Lega perchè adottino un cane proveniente dal centro di Mineo o comunque da un canile italiano dove ci sono 140.000 cani in attesa di famiglia:

“Sono migliaia i leghisti che ogni giorno leggo sui social che dicono di amare i cani- ci dice Lorenzo Croce- e quindi prima che a tutti gli altri mi rivolgo a loro facendo mio l’appello del loro segretario nazionale e ministro che chiede agli italiani di trovare casa a questi meravigliosi 117 cani. Intanto- continua Croce- io mi auguro che se qualcuno di questi cani si è affezionato a qualche ospite in particolare, gli sia permesso seguire il suo umano nella nuova destinazione, perchè strappare un cane all’affetto di una persona che gli vuol bene vuol dire ucciderlo, ma per tutti gli altri cani facciamo nostro l’appello del sindaco e invitiamo tutti i leghisti  in particolare quelli della vecchia guardia nordista a darsi da fare per trovare casa ad un cane terrone, se funzionasse sarebbe un’interessante nuovo modo di adottare cani randagi dal sud magari togliendoli ai mercanti di cani che lucrano sugli animali e che sono purtroppo presenti in ogni parte del territorio italiano”.

Commenti