Agenpet- “L’università di Parma, su richiesta dell’ateneo di Torino vuole procedere alla sperimentazione/vivisezione di sei Macachi. Questi soggetti, vogliono lesionare il cervello di sei Macachi – così il presidente di Animalisti, Alessandro Mosso – per validare una procedura riabilitativa per il recupero della vista. Indicibili sofferenze ad animali che sono abituati a vivere in comunità, legati e obbligati a subire violenze quotidiane per 5 anni. Dopo verranno uccisi. – Continua Alessandro Mosso – Quello che non VI DICONO è che questa procedura sarà testata anche su volontari NON VEDENTI. L’università di Torino con il suo “Lightup – Turning the cortically blind brain to see” vuole di fatto tornare indietro a metodi scientifici obsoleti che ricordano i primi anni 800. – Prosegue il presidente Mosso di Animalisti Onlus – I metodi alternativi esistono ma i ‘ricercatori’, non vogliono il progresso semplicemente perché vorrebbe dire che in tutti questi anni, questi sedicenti “scienziati” hanno raccontato frottole a tutti, anche a loro stessi. – prosegue Alessandro Mosso – L’indotto sulla sperimentazione / vivisezione ANIMALE è enorme: Case Farmaceutiche, Libri di testo, CD scientifici, Medici, Analisti, Commercialisti, Avvocati è una miriade di altri personaggi che ricevono soldi da questo INUTILE E DANNOSO business. – Mosso conclude con una richiesta – Chiediamo al Ministro Giulia Grillo di far interrompere IMMEDIATAMENTE questa pratica inutile e crudele, impedendo all’università di Torino di accanirsi INUTILMENTE sui Macachi indifesi. Nel 2019 ancora non si è arrivati a capire che le validazioni di test scientifici sugli animali sono INUTILI ed anzi DANNOSE. BISOGNA UNIRSI DAVVERO PER FERMARE QUESTO ACCANIMENTO SU ESSERI INDIFESI.”

I coorganizzatori di questo corteo – precisano da Animalisti Onlus – sono molti, tra i quali:

La LAV (che prima di tutti ha scoperto questa brutta pagina di falsa scienza e che ha promosso una petizione online diretta al Ministro Grillo https://www.change.org/p/giulia-grillo-salviamo-i-macachi-di-torino);

Oipa; Enpa; Animalisti Italiani; Parma Etica; Comitato No Caccia ed altre sigle oltre a singoli attivisti tra i quali: Alessandro Vettorato, Ruth Pozzi, Rosy Calderone, Simonetta Rossini, Alessandro Mosso ed altri.

Commenti