Agenpress – Avevamo già annunciato la nascita del progetto pugliese il  ” gatto d’ufficio”, un’idea in linea con i percorsi di un sentire sempre più Animal Friendly, una iniziativa che fonda i suoi principi sull’animal welfare ma che riconosce la necessità di migliorare l’interazione uomo-animale, nello specifico quello con i felini, da sempre oggetto di una visione più discriminante e di un retaggio obsoleto che ruota ancora attorno alla loro esistenza.

” sono innumerevoli le segnalazioni per i gatti in difficoltà in strada, e in mancanza di un adempimento  normativo che imputa la responsabilità sul benessere degli animali ai Comuni, le associazioni si ritrovano a dover affrontare una problematica di difficile risoluzione, coprendo così un ruolo sussidiario di fronte ad uno stato di inerzia generale diventato regola; le stesse associazioni – afferma Antonella BRUNETTI- già impegnate con le Asl sul fronte delle sterilizzazioni, devono poi garantire le cure, l’assistenza e per finire una collocazione sicura in attesa di un affidamento definitivo dei gatto o prima della reimmissione sull’habiat.”

In questo ‘caos’ e in attesa che gli enti istituzionali assolvano ai loro obblighi, ci si adopera per garantire condizioni ottimali di benessere a queste piccole creature, e, qualche volta,  nasce un’idea, un incontro fortunato e basato sull’empatia;

Il  progetto – gatto d’ufficio- nasce dalla volontà dei responsabili della filiale dell’Agenzia Tecnocasa Brindisi Santa Chiara srl, Sergio Sorino e Simona Guido ,amanti dei gatti , e l’Associazione Guardia dell’Ambiente Brindisi – settore Micetti di Brindisi.

Qui di seguito, un  breve video sul -gatto d’ufficio-

Fiduciosi che l’iniziativa possa ricevere nuove adesioni affinchè altri gatti bisognosi e in attesa di sistemazione abbiano un tetto temporaneo.

 

 

 

Commenti