Agenpress – Forse come sostiene lei non avrà fatto sesso con un cavallo (anche se i video qualcosa di molto diverso), ma sicuramente in tempi più recenti Ilona Staller detta Cicciolina che  ha giocato sessualmente con un pitone e con altri animali per anni nei suoi spettacoli e film pornografici sarebbe stata quantomeno denunciata per maltrattamento di animali e per istigazione all’uso di animali per la produzione pornografica e anziché sedere in Parlamento sarebbe stata invitata sullo scranno degli imputati di un qualunque tribunale di un paese civile.

Ma tant’è oggi ci ritroviamo con questa “carampana del sesso” che sbotta contro il taglio dei vitalizi degli ex parlamentari in quanto sarebbero un’attacco alla sua dignità.

Cicciolina oggi prende un vitalizio mensile di poco meno di 2.000 euro, con il ricalcolo da quanto abbiamo capito la cifra sarebbe oltre che dimezzata, meno di mille euro al mese  che per la ex parlamentare pannelliana che chiamava l’allora leader democristiano Andreotti con il nomignolo di “cicciolino Giulio” non sarebbero sufficienti a garantire dignità al suo vivere. Non vogliamo qui entrare nel merito delle decisioni parlamentari ma l’Associazione AIDAA lancia per bocca del suo presidente Lorenzo Croce una proposta alla signora Staller: “Cicciolina rinunci a una parte del suo vitalizio, o meglio rinunci a fare ricorso in modo che il suo vitalizio possa essere utilizzato in progetti di tutela dei pitoni  albini e per il riscatto ed in mantenimento dei cavalli destinati al macello, cosi facendo si riscatterebbe moralmente almeno in parte visto il suo sfruttamento di animali vari nei suoi spettacoli e film porno – ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA – tenendo conto che si tratta di una cifra comunque superiore ai 10.000 euro l’anno potrebbero in via alternativa essere anche usati per sterilizzare qualche centinaio di cani e gatti randagi”.

 

Commenti