Agenpress. “Questo Governo, grazie anche al supporto del marketing dell’animalismo, ha perso l’ennesima occasione di dimostrarsi civile e rispettoso nei confronti degli animali.” Esordisce Paolo Bernini portavoce alla camera dei deputati, che prosegue “Oltre ogni tecnicismo e il vuoto pneumatico della proposta di graduale eliminazione degli animali nei circhi, non posso non ribadire con forza che nemmeno per un momento, noi del movimento cinque stelle, abbiamo creduto che il passo in avanti verso la civiltà e il rispetto dovuto agli animali, potesse provenire dal solito giochino tra il Pd e le predette associazioni.

Per questo, da tempo, risiede in parlamento il nostro disegno di legge di eliminazione dell’uso degli animali nei circhi. Una proposta di legge che in modo snello, secco, chiaro e determinato chiarisce la nostra posizione: il movimento cinque stelle dice NO AI CIRCHI CON GLI ANIMALI.

Ho lanciato anche una petizione che ne chiede l’immediata calendarizzazione. Per settimane è stata cavalcata la notizia di questo presunto passo in avanti per gli animali che il governo guidato dal Pd e con protagonista ministro Franceschini, avrebbe certamente consentito. C’è chi ne ha approfittato solo per raccogliere consensi personali ma il risultato? ZERO! Nessun passo in avanti, ma solo molto rumore per nulla, sempre sulla pelle degli animali.

Noi continueremo a lottare, dentro e fuori dal parlamento,  per la libertà di tutti gli animali.”Conclude il Deputato.

Commenti